• rxg2019
  • senzanomeritaglio

  • piazza del riccio

  • vavilov3-banner

  • gramsci44

  • BoghesII-slide

  • RockXGramsci - Il popolo delle scimmie

    Ales, sabato 14 settembre 2019

  • Premio Gramsci XVI

  • Ales - Piazza del riccio

    Inaugurazione del murale realizzato da Massimo Spiga.

  • Ales, Cineteatro San Luigi ore 19:00 concerto di musica non tradizionalmente politicizzata

  • Boghes pro Gramsci

    Ales, sabato 23 luglio 2016, ore 18.30

Antonio Gramsci. Le radici materne

L’Associazione Casa natale Gramsci di Ales presenta “Antonio Gramsci. Le radici materne“. Marco Ledda dialoga con l’autore Francesco Sonis e con Ivo Piras.

Sabato 5 novembre 2016, ore 17.30. Sala Conferenze del Comune di Ales.

“Fotografare l’Isola e raccontarla per immagini e parole, percorrere i luoghi e descrivere gli abitanti e le vicende che nel tempo l’hanno caratterizzata. Questa è l’anima delle Edizioni “SguardiSardi”, al fine di salvaguardare e valorizzare il patrimonio identitario della Sardegna a partire dalle sue profonde radici storiche che, nel caso specifico, oltrepassano la terra e travalicano il mare. Radici come storie, come quelle raccontate in quest’opera da Francesco Sonis che, con infaticabile passione, ha indagato cinque secoli di storia locale celata tra gli archivi. Nello scenario compreso tra i territori di Ales, Collinas, Ghilarza, Morgongiori, Oristano, Pabillonis, San Gavino Monreale, Sardara e Terralba si muovono e riprendono vita fatti e vicende lontani, persone e mestieri scomparsi. Il frutto della mirabile impresa è stato quello di completare l’albero genealogico del ramo materno di Antonio Gramsci, sinora ancora sconosciuto.”


GRAMSCI PER LA DONAZIONE

Sabato 22 ottobre ad Ales il convegno “L’Importanza della Donazione” per informare i cittadini sull’opportunità di inserire sulla carta d’identità la propria volontà di donare gli organi e tessuti.

ALES – La possibilità di esprimere e far registrare la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti al momento del rilascio del documento di identità sarà al centro del convegno “L’Importanza della Donazione”, promosso dall’ Associazione Culturale Casa Natale Antonio Gramsci Ales – ONLUS, sabato 22 ottobre ad Ales (a partire dalle ore 10.00 presso la Sala Convegni dell’Unione di Comuni Alta Marmilla).

L’evento è organizzato in collaborazione con la ASL Oristano, con il gratuito patrocinio del Comune di Ales, del Comune di Pau, del Comune di Villaverde e l’Unione di Comuni Alta Marmilla.

“Sarà questa l’occasione per informare i cittadini sull’opportunità di un gesto semplice ma molto importante: senza alcun obbligo né aggravio di spesa né maggiori tempi di emissione del documento, permette di effettuare un’azione positiva di civiltà, nel pieno rispetto della riservatezza delle proprie scelte”.

Il nostro Territorio è stato tra i primi ad aderire al progetto, utilizzando anche la piena collaborazione dell’associazione Prometeo A.I.T.F. Onlus che ha inviato una nota all’Unione di Comuni Alta Marmilla avente ad oggetto “Richiesta di attivazione del servizio di registrazione delle dichiarazioni di volontà di donare gli organi come previsto dalla legge n. 91/1999”.

“Questo convegno rappresenta un’occasione importante di formazione e di informazione su un tema non conosciuto come si dovrebbe, quale è quello della donazione degli organi, tessuti ed emo-derivati. In quest’ottica, l’azione dell’Associazione Culturale Casa Natale Antonio Gramsci Ales – ONLUS e della ASL Oristano va nel senso di una funzione di supporto concreto agli operatori del mondo medico e sanitario. La sensibilità dimostrata dai comuni di Ales, Pau e Villaverde in questa occasione è la cifra tangibile della volontà di svolgere in maniera responsabile il mandato che gli amministratori hanno avuto l’onore di ricoprire”.

Inoltre il convegno si prefigge di promuovere il volontariato tra i giovani per fornire loro un’occasione di crescita e formazione personale, di sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della Donazione intesa come gesto di responsabilità sociale e sul corretto stile di vita che tutti i cittadini dovrebbero assumere.

Al convegno “L’Importanza della Donazione” aperto alla cittadinanza si svilupperanno i temi della prevenzione, della salute e della Donazione, sarà moderato dal Dott. Filippo Bartolomeo, e interverranno oltre ai volontari dell’AVIS-ADMO-AIMO- AIDO e PROMETEO AITF ONLUS che presenteranno le attività dell’associazione, porteranno la loro testimonianza alcuni soggetti che hanno ricevuto un trapianto d’organo ed interverranno diverse figure professionali del settore sanitario (medico, ematologo, nutrizionista, psicologo, internista) per illustrare i diversi aspetti legati al trapianto di organi.


Immaginando Gramsci – V edizione

Torna “Immaginando Gramsci”, concorso rivolto alle studentesse e agli studenti delle scuole della Sardegna. La quinta edizione del Premio, organizzata dall’Associazione Casa natale Gramsci di Ales insieme all’Istituto Gramsci della Sardegna, in collaborazione con Terra Gramsci, Gramsci Lab e Associazione Casa museo Antonio Gramsci di Ghilarza, e con il contribuito dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione della Regione Sardegna, rientra fra le manifestazioni previste dall’Anno Gramsciano, istituito dalla RAS per celebrare il cento-venticinquesimo anniversario della nascita e l’ottantesimo della morte dell’intellettuale sardo. Il concorso prevede una serie di incontri a carattere formativo destinati sia agli studenti che ai docenti.

Scarica il Bando


AI MARGINI DELLA STORIA – ROCK X GRAMSCI XIII edizione

Il 17 settembre 2016 si terrà ad Ales la tredicesima edizione di “Rock X Gramsci”, che fa parte del programma dell’Anno Gramsciano, istituito dalla Regione Sardegna per celebrare il 125° anniversario della nascita e l’80° della morte dell’intellettuale sardo.

Quest’anno il sottotitolo scelto dall’Associazione Casa natale Gramsci di Ales è “Ai margini della Storia”, dal Quaderno “speciale” 25, che tratta della “Storia dei gruppi sociali subalterni”. Qui vengono tracciati alcuni lineamenti fondamentali, già presenti nella produzione giovanile, di una teoria originale sui diversi aspetti delle relazioni politiche e culturali tra le classi dominanti e quelle subalterne.

Per Gramsci “i gruppi subalterni subiscono sempre l’iniziativa dei gruppi dominanti, anche quando si ribellano e insorgono” perciò è necessario, nella lotta contro la subordinazione “il progressivo acquisto della coscienza della propria personalità”.

Il programma di questa edizione, che si svolgerà in un’unica giornata, prevede il suo primo appuntamento alle 19.00 presso la Casa Parco di Ales dove il critico musicale Claudio Loi incontrerà Luca Re,  leader dei Sick Rose, storica band del panorama garage italiano ed europeo degli anni ’80. Si parlerà di musica e “sottoculture” giovanili.

La manifestazione proseguirà in piazza S. Maria alle 22.00 con la consueta lettura del testo gramsciano che quest’anno è stata affidata ad Antonella Puddu, poliedrica attrice di cinema e teatro.

Il concerto si aprirà con la band di Villacidro Ahead/Astern, formazione di 3 elementi nata nel 2013 che propone sonorità scarne ed essenziali legate all’urgenza del punk e alla ruvidità del post hardcore e del noise.

A seguire tornano sul palco di Rock X Gramsci The Rippers, che solo poche settimane fa hanno terminato, presso lo Big Snuff Recording Studio di Berlino, la registrazione del loro nuovo lavoro che uscirà nei prossimi mesi. La band, che ha all’attivo 4 LP e diversi EP, è considerata dagli addetti ai lavori una delle realtà più interessanti della scena garage nazionale e internazionale.

Gran finale con i Sick Rose che proporranno i brani del loro primo LP e altri classici del garage. La band torinese celebra quest’anno il trentennale di “Faces”, uscito nel dicembre del 1986. L’album, che conteneva 12 tracce, undici inediti e una cover, venne accolto dalla stampa specializzata con recensioni entusiastiche e decretò il successo internazionale del gruppo. Per l’occasione il disco è stato ristampato in vinile in edizione limitata dall’etichetta Onde Italiane.

A circa 28 anni di distanza dalla loro ultima esibizione in terra di Sardegna, I Sick Rose sono in perfetta forma e più agguerriti che mai e questo imperdibile live è il giusto tributo a un band e ad un disco che hanno avuto un ruolo fondamentale nella scena indipendente italiana ed europea.

La manifestazione, gratuita, si concluderà con il dj set curato da Xanta & Dave.

Siete invitati a partecipare!


BOGHES PRO GRAMSCI

L’Associazione Casa natale A. Gramsci di Ales vi invita a partecipare alla seconda edizione di Boghes pro Gramsci che si terrà sabato 23 luglio ad Ales.

L’appuntamento è alle 18.30 presso la Sala convegni del Comune dove si parlerà di “Folklore e Cultura popolare in Antonio Gramsci”. A discuterne saranno Cosimo Zene, docente della SOAS University di Londra, Giorgio Serra dell’Istituto Gramsci della Sardegna e Antonio Deias, ex direttore dell’ISRE di Nuoro.

Al termine del convegno ci si trasferirà in piazza Gramsci per assistere alla rassegna di canto a tenore che quest’anno ospiterà quattro formazioni composte da giovani: il Tenore Santa Rosulia de Benetutti, il Tenore di Orgosolo, il Tenore Antoni Milia diOrosei e  il  Tenore Santa Maria de Otzana.

L’iniziativa, che rientra tra le manifestazioni dell’Anno Gramsciano, è organizzata in collaborazione con l’associazione “Sotziu Tenores Sardigna”, con il contributo dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione della Regione Autonoma della Sardegna e il patrocinio del Comune di Ales.


Partigiani Fratelli Maggiori

L’Associazione Casa natale A. Gramsci di Ales vi invita a partecipare allo spettacolo teatrale ”Partigiani Fratelli Maggiori”, un viaggio attraverso le parole e la musica della nostra tradizione popolare per raccontare la storia della nascita della Costituzione Italiana.

L’iniziativa fa parte delle manifestazioni organizzate in occasione dell’Anno Gramsciano, istituito dalla Giunta Regionale ed è patrocinata dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione della RAS.

Domenica 19 giugno, ore 18.30
Ales, Cine-teatro S. Luigi


LA CATTIVA ERBA. Beppe Chierici canta Brassens… e lo racconta.

LA CATTIVA ERBA
Beppe Chierici canta Brassens
… e lo racconta

Domenica 29 maggio 2016
Ales, Cineteatro San Luigi, ore 21.00

“La cattiva erba”, il libro/Cd frutto delle cinquantennale fatica di Beppe Chierici, si presenta, fin dalla rilegatura ad anelli, come un lavoro di ottimo artigianato, ma attenzione, la cura grafica (dalle belle illustrazioni a colori di Dario Faggella ai materiali fotografici d’archivio, fin alla qualità della stampa), è di primissimo livello. Aprirlo è entrare in un mondo che ha, per fortuna, altre regole dell’odierno.
Nelle quasi 200 pagine di grande formato A4 troverete un’ampia parte introduttiva ad opera di Margherita Zorzi e dello stesso autore, ricca di aspetti “tecnici” (Chierici è un talebano di una traduzione fedele alle rime, alla metrica e perfino al metronomo dell’originale) e di gustosi aneddoti. E poi 86 testi di Brassens, riprodotti con a fianco la traduzione di Chierici, un lavoro certosino e devoto degno della vostra (doppia) ammirazione.
CD ALLEGATO AL LIBRO
Al libro sono allegati 2cd per un totale di 40 canzoni di Brassens tradotte e cantate da Beppe Chierici
DESCRIZIONE LIBRO
In “La cattiva erba” il tributo è fatto con garbo e con stile: il progetto contiene oltre 40 illustrazioni (compresi due fumetti di 3 e 6 pagine), ispirati a due canzoni di Brassens: La rosa, la bottiglia e la stretta di mano e La ragazza da 5 lire. Musicalmente ben registrato e mixato, nella parte libro vi sono illustrazioni e i fumetti nati dalla creatività emozionante di Dario Faggella, autore anche di tutte le illustrazioni e delle copertine dei 2 cd. Ma vanno doverosamente elencati gli altri comparenti che hanno dato una mano… -
Arrangiamenti strumentazione audio = Carlos Ernesto Moscoso Thompson
Violoncello = Margot Venn
Voci = Mireille Safa e Francesca Nautilli
Grafica = Oliviero Piacenti
Curatrice = Mireille Safa
Patrocino = Associazione culturale euroepa Francesco Orioli

L’AUTORE
Beppe Chierici (Cuneo, 28 aprile 1937) è un attore, cantante e cabarettista italiano.
Già da giovane decide di voler fare l’attore e terminati gli studi decide di lasciare l’Italia e di peregrinare per il mondo alla ricerca della sua strada. Si adatta a svolgere i lavori più umili e vive dieci anni di esperienze fra l’Europa e l’Africa dove soggiorna per diversi anni.
Dirà poi: «Quegli anni sono stati la mia Università e la mia Accademia d’arte drammatica. Ho guardato, ascoltato, imparato. Che fortuna ho avuto di poter vivere così!»
Nel 1969 torna a Roma e fonda, con Daisy Lumini, una Compagnia che mette in scena lo spettacolo Essere e avere. Il successo dello spettacolo lo impegnerà in repliche per due anni nelle principali città d’Italia.
Da quel momento in poi la sua carriera viene suddivisa fra teatro, musica, cabaret, televisione e cinema.
Attore poliedrico, spazia con successo in ogni genere di spettacolo lavorando con i più importanti registi fra i quali si ricordano Luigi Comencini, Anton Giulio Majano, Carlo Lizzani, Giuseppe Tornatore, Daniele Luchetti e Alberto Bevilacqua giusto per citarne alcuni.
Diviene amico di Georges Brassens ed inizia a cantare in italiano le canzoni del grande chansonnier francese. Stanco dell’aver vissuto a lungo in Italia, nel 1987 decide di ritornare in Francia dove inizia a svolgere la sua attività artistica tra cinema, teatro e mondo della canzone, ottenendo grande successo. La sua carriera lo porta a recitare nei più importanti teatri d’Europa, soprattutto in spettacoli in lingua francese. Torna spesso in Italia anche se la maggior parte della sua attività artistica si svolge in Francia.


Presentazione di Gramsciana. Rivista internazionale di studi su Gramsci

L’Associazione Casa Natale Antonio Gramsci di Ales, nell’ambito delle manifestazioni per l’Anno Gramsciano, istituito dalla Regione Sardegna, organizza la presentazione di GRAMSCIANA. Rivista internazionale di studi su Antonio Gramsci diretta da Angelo d’Orsi.

Intervengono
Angelo D’Orsi (Università di Torino)
Alessandra Marchi (Gramsci Lab, Università di Cagliari)
Gianluigi Deiana (Casa Museo Gramsci di Ghilarza)

Mercoledì 25 maggio
Sala Convegni Comune di Ales, ore 18.00

Antonio Gramsci è oggi il pensatore italiano più studiato e tradotto nel mondo. La bibliografia gramsciana comprende oltre 20.000 titoli in una quarantina di lingue (41 alla data odierna). Ed è in costante crescita. Al di là delle diverse interpretazioni, e delle polemiche ricorrenti, oggi viene universalmente riconosciuta l’eccezionale grandezza, sul piano intellettuale, politico e umano di Gramsci. A lui sono intitolati istituti di ricerca, associazioni, circoli, cattedre universitarie, ed è in corso da un decennio l’Edizione Nazionale di tutti gli scritti.
Sulla base di una proposta, lanciata da Angelo d’Orsi a Malaga, al termine di un seminario dedicato a Gramsci, nell’estate 2013, nasce oggi GRAMSCIANA, che mira ad essere un luogo ideale nel quale gramsciani, gramsciologi e gramscisti si possano ritrovare, per confrontare i risultati delle proprie ricerche, discuterli, e suscitare un proficuo dibattito. Sarà una pubblicazione interdisciplinare e multidisciplinare. Ospiterà lavori sul pensiero, la vita e l’azione di Gramsci, ma anche contributi “a partire da Gramsci”, ossia che usino categorie gramsciane, o comunque abbiano un forte riferimento a Gramsci.
GRAMSCIANA accoglierà contributi in cinque lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, gli idiomi in cui si pubblica costantemente il maggior numero di contributi su Gramsci.

Mucchi Editore


“Immaginando Gramsci”, concorso riservato alle studentesse e agli studenti delle scuole della provincia di Oristano. Cerimonia di premiazione

Giovedì 19 maggio si terrà ad Ales la cerimonia di premiazione degli studenti vincitori della IV edizione del concorso “Immaginando Gramsci”.

Alla manifestazione, che avrà inizio alle ore 10.00 presso il Cine-teatro S. Luigi, parteciperanno tutte le classi i cui lavori, singoli o di gruppo, sono stati ritenuti dalla giuria meritevoli di essere premiati.

Il concorso, organizzato dalla associazione Casa natale A. Gramsci di Ales con la collaborazione del Gramsci Lab dell’Università di Cagliari, ha avuto inizio con la pubblicazione del bando a novembre 2015.

L’edizione di quest’anno, che si svolge nell’ambito delle iniziative dell’Anno Gramsciano, istituito dalla Giunta Regionale, era aperto alle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Oristano e ha coinvolto sette istituzioni scolastiche e circa 350 studenti.

La preparazione dei lavori, oltre all’insostituibile contributo degli insegnanti, ha potuto contare sul supporto della dott.ssa Alessandra Marchi del Gramsci Lab che ha tenuto, nelle  diverse scuole, una serie di lezioni di approfondimento sulla vita e l’opera del pensatore sardo.

Le opere pervenute sono 62 e spaziano dai dipinti ai racconti, dai fumetti ai video, dimostrando la grande creatività e inventiva di tutti i partecipanti. Il lavoro della commissione esaminatrice, presieduta dall’ex Dirigente Scolastico Artemio Casula, è stato perciò particolarmente difficile perché tutti gli elaborati avrebbero meritato un riconoscimento.

Alla cerimonia prenderà parte l’Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione Claudia Firino. Sono stati invitati inoltre i Dirigenti Scolastici delle scuole che hanno partecipato, i Sindaci dei comuni dove hanno sede detti istituti, il Commissario Straordinario della provincia di Oristano dott. Massimo Torrente, la Dirigente Reggente dell’USP di Oristano e le altre Associazioni Gramsciane della Sardegna.

Al termine della premiazione gli alunni della classe III B della Scuola Primaria di Ales metteranno in scena la rappresentazione teatrale “S’Ispassiu de istudiai” ispirata dal tema  svolto dal giovane Antonio Gramsci, studente di scuola elementare.


Una storia per l’eternità. Suggestioni gramsciane per il terzo millennio

L’Associazione Casa natale Antonio Gramsci, nell’ambito delle manifestazioni organizzate in occasione del settantanovesimo anniversario della morte dell’intellettuale sardo, presenta “Una Storia per l’Eternità. Suggestioni gramsciane per il terzo millennio”, un recital ideato e interpretato da Gisella Vacca.
Nelle parole dell’autrice lo spettacolo porta in scena “in versi e in canti, tante anime sofferenti: i martiri del lavoro, della repressione, della lotta per l’autodeterminazione e per la libertà, della prigionia, anime alle quali Gramsci avrebbe senz’altro, anche oggi, offerto le sue parole, la sua lotta, la sua vita.”
L’artista di Ovodda sarà accompagnata dall’organetto di Pierpaolo Vacca, che ha curato gli arrangiamenti. Non potrà invece essere presente Antonio Gramsci junior.

Piazza Gramsci, Ales (Or)
Sabato 30 aprile 2016
Ore 19.00

In caso di maltempo la manifestazione si terrà presso il cine-teatro San Luigi.

Attrice di teatro e di cinema, regista teatrale, autrice e cantante, Gisella Vacca si forma attraverso stage nazionali e internazionali diretti da attori e registi, tra cui Elio de Capitani, Gabriele Vacis, Claudio Morganti, Remondi e Caporossi, Jean-Paul Denizon, Tapa Sudana e Theodoros Terzopoulos. Contemporaneamente studia canto diplomandosi presso il Conservatorio Pier Luigi da Palestrina di Cagliari, dove consegue anche il diploma della Scuola di Didattica della Musica. Inizia l’attività di attrice con Il crogiuolo di Cagliari sotto la direzione di Luca Coppola e Mario Faticoni. È attrice, regista e autrice degli spettacoli allestiti per la stessa compagnia, e per il gruppo delle Maschere Nere, da lei fondato e diretto dal 1991 al 1997. Partecipa come attrice radiofonica a numerose trasmissioni per Radiotre e Radio Rai International. Recita in alcune produzioni cinematografiche, tra cui La destinazione, di Piero Sanna e Jimmy della collina, diretto da Enrico Pau. È autrice e interprete di recital che sposano canto e poesia e che esplorano in chiave colta la musica e la poesia della Sardegna, del Mondo Mediterraneo e del Sud del Mondo.

Nato a Nuoro il 30 luglio del 1991 Pierpaolo Vacca è un organettista di Ovodda. Il suo repertorio, oltre ai tipici balli sardi, presenta sia brani originali che rielaborazioni di pezzi di origine francese e irlandese. Ha collaborato con diversi gruppi folk isolani ed in molte occasioni con i Modena City Ramblers.


Associazione Casa Natale Antonio Gramsci
Corso Cattedrale, 14
09091 Ales (OR)
casanatalegramsci@tiscali.it
© Associazione Casa Natale Antonio Gramsci all right reserved