• Versione 2

  • Versione 3

  • whatsapp-image-2019-11-27-at-15-41-05

  • copia-di-rock-per-gramsci-11-2

  • Versione 3

  • piazza del riccio

  • BoghesII-slide

  • Premio di pittura

    Gramsci visto da dietro le sbarre

  • Premio letterario Antonio Gramsci XVII edizione

  • Immaginando Gramsci

    Concorso rivolto alle studentesse e agli studenti delle scuole della Sardegna

  • RockXGramsci

  • Visita la casa natale di Antonio Gramsci

    (solo su appuntamento)

  • Ales - Piazza del riccio

    Murale realizzato da Massimo Spiga.

  • Boghes pro Gramsci

RockXGramsci XIII edizione

Ai Margini della Storia

La tredicesima edizione di “Rock X Gramsci”, parte del programma dell’Anno Gramsciano, istituito dalla Regione Sardegna per celebrare il 125° anniversario della nascita e l’80° della morte dell’intellettuale sardo, si è tenuta ad Ales il 17 settembre 2016.
Il sottotitolo scelto dall’Associazione Casa natale Gramsci di Ales è stato “Ai margini della Storia”, dal Quaderno “speciale” 25, che tratta della “Storia dei gruppi sociali subalterni”. Qui vengono tracciati alcuni lineamenti fondamentali, già presenti nella produzione giovanile, di una teoria originale sui diversi aspetti delle relazioni politiche e culturali tra le classi dominanti e quelle subalterne. Per Gramsci “i gruppi subalterni subiscono sempre l’iniziativa dei gruppi dominanti, anche quando si ribellano e insorgono” perciò è necessario, nella lotta contro la subordinazione “il progressivo acquisto della coscienza della propria personalità”.
Il programma di questa edizione, che si è svolta in un’unica giornata, ha previsto il suo primo appuntamento alle 19.00 presso la Casa Parco di Ales dove il critico musicale Claudio Loi ha intervistato Luca Re, frontman dei Sick Rose, storica band del panorama garage italiano ed europeo degli anni ’80.
La manifestazione è proseguita in piazza S. Maria alle 22.00 con la consueta lettura del testo gramsciano che da il titolo alla tredicesima edizione, che è stata affidata ad Antonella Puddu, poliedrica attrice di cinema e teatro.
Il concerto si è aperto con la band di Villacidro Ahead/Astern, formazione di 3 elementi nata nel 2013 che propone sonorità scarne ed essenziali legate all’urgenza del punk e alla ruvidità del post hardcore e del noise.
A seguire The Rippers, che solo poche settimane prima avevano terminato la registrazione, presso lo Big Snuff Recording Studio di Berlino, del loro nuovo lavoro uscito nei mesi successivi. La band, che ha all’attivo 5 LP e diversi EP, considerata dagli addetti ai lavori una delle realtà più interessanti della scena garage nazionale e internazionale, sia sciolta nel 2019.
In chiusura, a circa 28 anni di distanza dalla loro ultima esibizione in terra di Sardegna, il set dei Sick Rose che hanno proposto i brani del loro primo LP e altri classici del garage. La band torinese ha celebrato  nel 2016 il trentennale di “Faces”, uscito nel dicembre del 1986. L’album, che conteneva 12 tracce, undici inediti e una cover, venne accolto dalla stampa specializzata con recensioni entusiastiche e decretò il successo internazionale del gruppo. Per l’occasione il disco è stato ristampato in vinile in edizione limitata dall’etichetta Onde Italiane.
Non si pensi però ad una operazione nostalgica: i Sick Rose hanno dimostrato di essere in perfetta forma e più agguerriti che mai e il loro live (peggio per chi non c’era) è da considerarsi il giusto tributo a una band e a un disco che hanno avuto un ruolo fondamentale nella scena indipendente italiana ed europea.
La manifestazione si è conclusa con il dj set curato da Xanta & Dave.

Associazione Casa Natale Antonio Gramsci
Corso Cattedrale, 14
09091 Ales (OR)
casanatalegramsci@tiscali.it
© Associazione Casa Natale Antonio Gramsci all right reserved